Talenti

Il vincitore dell’IEM Katowice 2021 parla italiano

1 min di lettura

Le celebrazioni sono ancora in corso per i fans e gli amanti degli esports dopo che il giocatore professionista di casa QLASH, Riccardo Romiti, in arte ”Reynor”, si è laureato campione del mondo in uno dei titoli per PC più acclamati in circolazione – StarCraft 2, portando a casa il titolo dell’IEM Katowice 2021.

18 anni, toscano, Riccardo è il primo italiano a vincere questo titolo sbaragliando, tra gli altri, la concorrenza coreana che deteneva da sempre il primato.

Il prodigio italiano, intervistato per l’occasione anche dalla Ministra alle Politiche Giovanili, Fabiana Dadone, ha scritto la storia con una serie di gare “tiratissime”. Solitamente migliaia di appassionati accorrono, da tutto il mondo, alla Spodek Arena, in Polonia per assistere all’evento. Quest’anno a causa della situazione pandemica da COVID-19, i 36 contendenti hanno dovuto affrontarsi online, direttamente da casa.

Il gran finale, Riccardo lo ha giocato contro “Zest” battendolo con un punteggio finale di 4:2.

Acclamato dalla stampa di settore e non solo per il bel traguado, anche noi di politichegiovanili.com abbiamo fatto quattro chiacchiere con lui.

Ciao Riccardo, puoi dirci il tuo primo pensiero dopo aver capito di essere il nuovo campione dell’IEM Katowice?

Beh, ovviamente ero completamente sopraffatto. Non potevo crederci ed è stata sicuramente una delle migliori sensazioni di sempre. Non riuscivo a smettere di sorridere!

Qual è stata la partita più difficile e come sei riuscito a venirne fuori?

La più difficile è stata quella contro Maru, dove essere sotto 0-2 era un po’ difficile, ma mi sentivo bene anche quando stavo perdendo perché sapevo che stavo giocando bene. Dovevo solo aggiustare alcune cose nel mio stile di gioco e sapevo che lo avrei potuto battere nei seguenti game. Fortunatamente, il mio cambio di mentalità ha funzionato e sono riuscito a lasciarlo indietro dopo un combattutissimo game 5!

C’è qualcosa che vorresti dire ai ragazzi che ti seguono?

È davvero importante per me sapere che le persone tifano per me, quindi grazie mille ragazzi. Non avrei potuto farlo senza di voi.

Quali sono le tue aspettative per il 2021?

Sono un grande fan della vittoria, quindi cercherò di continuare così (ride). Ma per davvero, vincere questo evento è una bella iniezione di fiducia e mi da la carica per i prossimi tornei, per scoprire cosa sono capace di fare e dimostrare a tutti che posso continuare così!

Articoli correlati
Talenti

Algor Italia: intelligenza artificiale al servizio dell'apprendimento

2 min di lettura
Al Giffoni 50 Plus abbiamo incontrato Giovanni Cioffi, giovane studente in Data Science and Engineering al Politecnico di Torino, originario di San…
Talenti

Fallo perché ti ami e non perché ti odi

3 min di lettura
Fallo perché ti ami e non perché ti odi: la creator Sara Busi/talkingtomybody ci racconta un altro modo di vivere i social…
Talenti

L’Italia entra nell’Advisory Council on Youth del Consiglio d’Europa

2 min di lettura
Vittorio Gattari, classe 1992, di Lecco, Consigliere di Presidenza del Consiglio Nazionale per i Giovani, è stato eletto rappresentante nel Consiglio consultivo…