Talenti

Francesco Tortora, 17 anni, nominato “Alfiere della Repubblica Italiana”

2 min di lettura

“Questo riconoscimento non è solo mio, ma di tutti i ragazzi del Nucleo di Protezione Civile di Roccapiemonte” è un concetto che sottolinea più volte Francesco Tortora durante la nostra intervista, dopo essere stato insignito del prestigioso riconoscimento attribuitogli dal Presidente Sergio Mattarella.
17 anni, studente del liceo scientifico B. Rescigno, Francesco al telefono è un mix di determinazione ed emozione, la sua voce sincera, il suo volersi quasi “oscurare” per mandare avanti il gruppo, i suoi ringraziamenti continui mostrano uno spirito altruistico che ti fa riconciliare col mondo.
Volontario del Nucleo di Protezione Civile, è stato nominato, pochi giorni fa, “Alfiere della Repubblica Italiana” e sarà premiato ufficialmente il prossimo 14 dicembre, presso la Sala delle Cerimonie della Prefettura di Salerno.
“Difficilmente dimenticherò il momento in cui mi è stata data la comunicazione. Era il 26 novembre sera ed ero in Protezione Civile quando sono arrivati il Sindaco Carmine Pagano ed il Coordinatore del nucleo rocchese Nicola Pagano. Quando mi hanno detto della nomina, in un primo momento sono rimasto letteralmente impietrito, poi man mano ho metabolizzato la cosa. Devo assolutamente ringraziare il Sindaco di Roccapiemonte, il coordinatore Nicola Pagano e il vice-coordinatore Francesco Sellitto, sono loro che mi hanno permesso di fare ciò che faccio”.
Classe 2004, Francesco è tra i più giovani ad aver ricevuto tale nomina.
𝗤𝘂𝗲𝘀𝘁𝗮 𝗹𝗮 𝗺𝗼𝘁𝗶𝘃𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗱𝗲𝗹 𝗣𝗿𝗲𝘀𝗶𝗱𝗲𝗻𝘁𝗲 𝗠𝗮𝘁𝘁𝗮𝗿𝗲𝗹𝗹𝗮: Per l’impegno ed il sostegno alla popolazione nel periodo di pandemia, e in particolare per l’aiuto fornito alle persone anziane nelle prenotazioni dei vaccini anti Covid e nelle procedure per il rilascio del Green pass.
Francesco è entrato a far parte del “Nucleo Protezione Civile Roccapiemonte” 5 anni fa. Durante la pandemia da Covid-19 si è particolarmente distinto nelle attività di sostegno alla popolazione con la raccolta e la distribuzione di beni alimentari, l’assistenza ai cittadini, nell’iscrizione sulla piattaforma regionale per accedere al vaccino e nelle procedure per il rilascio del Green pass.
“Se vogliamo uscire da questa situazione, invito tutti a vaccinarsi. Dovremmo riflettere molto su quanto successo perché dal febbraio 2020 è cambiato tutto. Non poterci abbracciare è una cosa che mi manca”.
Quando gli chiediamo se ora cambieranno le sue giornate, Francesco risponde: “assolutamente no, la protezione civile resterà un impegno preponderante. Il sorriso delle persone che aiuto mi basta e avanza”.
Un’intera cittadina, quella di Roccapiemonte, ha accolto con entusiasmo e fierezza il prestigioso riconoscimento. “Dedico quest’onorificenza in primis ai miei genitori e poi ai ragazzi della Protezione Civile di Roccapiemonte, la mia seconda famiglia”.

 

Articoli correlati
Talenti

"Sarò per te": un nuovo singolo per la 25enne Federica Matera

1 min di lettura
“Sarò per te” è il titolo del nuovo singolo di Federica Matera che, questa volta, torna sulla scena musicale con un brano…
Talenti

Algor Italia: intelligenza artificiale al servizio dell'apprendimento

2 min di lettura
Al Giffoni 50 Plus abbiamo incontrato Giovanni Cioffi, giovane studente in Data Science and Engineering al Politecnico di Torino, originario di San…
Talenti

Fallo perché ti ami e non perché ti odi

3 min di lettura
Fallo perché ti ami e non perché ti odi: la creator Sara Busi/talkingtomybody ci racconta un altro modo di vivere i social…