News

Rapporto Giovani 2021: essere giovani ai tempi della pandemia

1 min di lettura

Dal 15 aprile è disponibile il volume “La condizione giovanile in Italia. Rapporto Giovani 2021”, edito da Il Mulino. L’indagine sulla condizione delle nuove generazioni in Italia dal 2012 è curata dall’Osservatorio Giovani dell’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori, in collaborazione con il Laboratorio di Statistica dell’Università Cattolica e da Ipsos srl.

Il Rapporto Giovani 2021 analizza la condizione delle giovani generazioni italiane ai tempi della pandemia da Covid-19, un periodo che ha avuto un forte impatto sociale ed economico soprattutto sui giovani che, da un’analisi dei rapporti precedenti, già presentavano preoccupanti fragilità e diseguaglianze nei percorsi formativi, professionali e di vita rispetto ai loro coetanei europei.

L’obiettivo della ricerca è quello di contribuire a capire come sono cambiate le condizioni di vita dei ragazzi. Nella prima parte del volume si è cercato di rispondere, tra le altre, alle domande: Come hanno vissuto il 2020? Quali sono le conseguenze sulle loro prospettive occupazionali e sulle modalità di lavoro? Cosa ne è stato e ne sarà dei loro progetti di vita? La seconda parte è dedicata alle faglie di genere, territoriali e sociali, che la pandemia rischia di allargare, compreso il divario tra presente e futuro, in particolare tra la condizione passiva di troppi giovani e le prospettive di farsi parte attiva nei percorsi di crescita del Paese. Infine due approfondimenti, nella terza parte, sono dedicati ai consumi alimentari e alla vita sociale.

Di notevole rilevanza sono le ricadute sulla dimensione del disagio sociale, della salute mentale, dell’insicurezza nei confronti del futuro.

Il rapporto quest’anno si arricchisce di una nuova sezione dedicata ai Giovani del Mezzogiorno a cura della prof.ssa Stefania Leone, del prof. Francesco Del Pizzo e del prof Niccolò Morelli dal titolo: “Giovani, solidarietà e reti sociali in zone vulnerabili del Sud in tempo di Covid”. 

Le ricerche evidenziano, tra le altre cose, che i giovani rientrati al Sud, a causa dell’emergenza, pensano di ristabilirsi nei paesi natii risultando, così, con adeguate politiche del lavoro e della formazione, un ottimo motivo di rilancio dei territori meridionali.

E’ possibile trovare il volume in libreria. L’introduzione e l’indice del Rapporto Giovani 2021 è scaricabile dal sito dell’Osservatorio Comunicazione Partecipazione Culture Giovanili dell’Università degli Studi di Salerno.

Articoli correlati
News

Mariastella Gelmini torna al Giffoni!

1 min di lettura
Torna al Giffoni Film Festival per l’edizione 50Plus Mariastella Gelmini, Ministra per gli affari regionali e le autonomie nel governo Draghi. Dopo…
News

Ecosistema Sud – Salerno: Provincia per Giovani Innovatori

2 min di lettura
Si è tenuto questo pomeriggio l’incontro dal titolo “50+50: competenze e visione per restare giovani!” presso la Sala Verde della Multimedia Valley…
News

Giffoni 50Plus - Un ponte con Procida Capitale della Cultura 2022

1 min di lettura
Il terzo giorno del Giffoni 50Plus si apre con la conferenza stampa dedicata alla prossima capitale della cultura 2022: l’isola di Procida….