News

“DesTEENazione” il bando che piace ai giovani

1 min di lettura

Il 20 marzo 2024 a Roma si è tenuto al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, il grande evento di presentazione dell’iniziativa del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali “DesTEENazione-Desideri in azione”, che ha stanziato una somma notevole, pari a 250 milioni di euro, dal Programma nazionale Inclusione e Lotta alla povertà 2021-2027 per la creazione di oltre 60 comunità per i giovani.

Un’occasione più unica che rara per il mondo giovanile che può vedere in questo progetto la possibilità concreta di conoscere e conoscersi meglio.

Se le ultime notizie rimandano ad una fotografia delle nuove generazioni “più tristi” dei loro predecessori, iniziative come queste permettono di sperare in un vivo e repentino cambio di rotta.

Ed il Governo, con questa “mossa” dimostra non solo si saper ascoltare, ma anche di saper dialogare con i ragazzi.

“Per la prima volta in Italia – ha sottolineato la promotrice dell’iniziativa, la viceministra del Lavoro con delega alle Politiche sociali, Maria Teresa Bellucci – vedremo la creazione di oltre 60 comunità giovanili in tutto il Paese. Questi spazi innovativi e inclusivi saranno animati dai giovani, dagli 11 ai 18 anni, che potranno partecipare gratuitamente ad attività ricreative, sportive, musicali, oltre che usufruire di servizi psicologici dedicati.” Ha, poi, aggiunto: “Il governo ha ascoltato i giovani e li ha coinvolti nella creazione di questa iniziativa. Crediamo che le comunità giovanili possano essere uno strumento efficace per aiutare i giovani a conoscere meglio se stessi, a incontrare gli altri.”

L’evento ha visto la partecipazione attiva dei giovani, in particolare delle ragazze e dei ragazzi dello Youth Advisory Board – YAB, l’organismo di partecipazione della Garanzia infanzia in Italia, che hanno contributo alla realizzazione del progetto e del marchio “DesTEENazione”.

E’ giunto, forse, finalmente il momento di mettersi alle spalle l’incubo dell’isolamento causato dal covid-19 per riprendersi il diritto ed il piacere ad una vita sociale attiva e incentrata sulla condivisione.

Non a caso il claim del progetto recita: “Desideri in azione”, dove, a nostro avviso, azione è, da sempre, la parola fondamentale per la costruzione di cittadini attivi e in grado di trasformare i propri sogni in qualcosa di concreto e reale.

Articoli correlati
News

TikTok dà l’ok ad una Consulta dei Giovani

1 min di lettura
Al giorno d’oggi, i social costituiscono una parte importante della nostra vita: ci documentiamo su cosa accade in Italia e nel mondo,…
News

Presentato il progetto “Jesi e il ‘900, verso il 2050. Le farfalle arriveranno!”

2 min di lettura
Una mostra evento dedicata ai giovani e alla visione del futuro che saranno in grado di rappresentare con i loro talenti. Dal…
News

Sondaggio Sulle Questioni Giovanili Per I Giovani Europei Promosso Da Erasmus+ INDIRE

1 min di lettura
Con l’avvicinarsi delle elezioni del Parlamento Europeo, l’agenzia nazionale Erasmus+ INDIRE ha lanciato il sondaggio “You(th) and the 2024 European Elections”, un’opportunità…